Jig, un’arma molto ambita tra i pescatori di Bass Italiani

Jig, un'arma letale per la pesca al bass

Negli ultimi anni il jig è diventato un’arma molto ambita tra gli angler italiani, sempre più presente nella tackle box di tutti i bassmen da nord a sud, al contrario, tempo addietro, era un’esca poco utilizzata e molto dedicata esclusivamente alla ricerca dei big bass.

Si dimentica spesso che i nostri amici americani ritengono il jig un’esca fondamentale per la ricerca del pesce di taglia, molti professionisti hanno vinto diverse competizioni con il jig, diffondendo le potenzialità di quest’esca nel mondo.

Le dimensioni medie utilizzati dagli angler d’oltre oceano sono decisamente più elevate delle “nostre”, spazi più ampi e maggiore competizione alimentare spesso ne fanno un’esca dedicata appunto alle prede di grandi dimensioni.

Perché pescare con il Jig?

Il jig è un’esca compatta, può essere fatta lavorare sia a stretto contatto con il fondo che a mezz’acqua e spesso anche all’interno di anfratti più o meno intricati. Viene quasi sempre abbinato ad un trailer (ne parleremo in seguito) per ricordare le sembianze di un gambero, un piccolo pesce o di molte prede di cui si nutre il centrarchide durante tutto l’arco dell’anno.

E’ un’esca molto versatile, e può essere fatta lavorare in tutta la colonna d’acqua quindi imita alla perfezione tutto quello di cui il bass si nutre per tutto l’arco dell’anno.

I miei Jig

Io ne ho creati di diversi, per diverse necessità. Come già detto, nel mercato italiano si è iniziato a ridurre la dimensione del jig rendendolo più apprezzato. Io ho realizzato Jig ancora più piccoli, jig da finesse.

Alcuni di voi mi hanno fatto richieste particolari per sviluppare jig da utilizzare in tecniche di pesca “insolite” come ad esempio: la pesca della carpa a spinning.

Personalizzo jig dal piombi, all’amo, allo skirt, al colore della testa piombata…di seguito alcuni esempi.

Per informazioni scrivimi, anche su Whatsapp.

You Might Also Like